Sei in » Turismo » Night & Day
11/08/2017 | 08:58

Le contaminazioni musicali a cui la Notte della Taranta ci ha abituati quest'anno vedranno come protagonista il jazz. Sul palco di Melpignano, il prossimo 26 agosto, ci sarÓ Gregory Porter, star del panorama jazz mondiale. Intanto il festival stasera fa tappa a Calimera.


Gregory Porter


Dal Salento. La Notte della Taranta ci ha abituati sempre a nuove sperimentazioni. L’idea, il gusto, di abbinare la musica popolare ai salentina ai diversi generi musicali ha sempre riservato particolari emozioni e, dopo il rock, la musica balcanica, quella sudamericana e persino quella africana.
 
Quest’anno è la volta del jazz. La contaminazione 2017 porta la firma di Gregory Porter, vincitore dell’ultimo Grammy nella categoria Best Jazz Vocal Album, il quale canterà la pizzica di Aradeo e “Quannu te llai la facce la matina”.
 
La ventesima edizione del concertone di Melpignano, guidato quest’anno dal maesto concertatore Raphael Gualazzi, vedrà così la presenza, tra gli altri, di uno dei principali protagonisti della nuova scena jazz-soul americana. Il baritono che coniuga la purezza del jazz al calore del blues, canterà Quandu te llai la facce la matina, canzone in dialetto leccese musicata riprendendo una poesia popolare incisa per la prima volta dal tenore leccese Tito Schipa nel 1921 a New York e Pizzica di Aradeo.
 
Porter, classe 1971, cresciuto  in California, dopo una breve carriera nel football interretta da un infortunio,  si dedica alla musica tra band, cori gospel e musical e nel 2010 l’etichetta di culto Motèma produce i primi due album Water e Be Good. Nel 2013, il passaggio all’etichetta Blue Note con la produzione dell’album “Liquid Spirit” segna la consacrazione di Gregory Porter nel pantheon del jazz.
 
Nel  suo nuovo album Take me to the Alley, del 2016, sempre per Blue Note, la tradizione incontra la contaminazione, con la voglia di esplorare, di dialogare con un mondo non solo di puristi del jazz. Da qui la scelta artistica di ospitare  il vincitore del Grammy Award 2017 nel Concertone di Melpignano che celebra i suoi primi 20 anni di incontro tra pizzica di tradizione e sonorità del mondo.  
 
Un viaggio musicale che ospiterà anche Suzanne Vega, Yael Deckelbaum, Pedrito Martinez, Gerry Leonard e Tim Ries sul palco del Concertone il 26 agosto a Melpignano.
 
Intanto prosegue il tour itinerante previsto in tutto il Salento. Questa sera il festival farà tappa nell’area mercatale di Calimera dove sul palco risuoneranno i tamburelli di ‘Zimbaria’. Sotto la direzione musicale di Rocco Nigno, canteranno anche Antonio Castrignanò, Rachele Andrioli, Massimo De Marco, Dario Muci, Vito De Lorenzi. Giorgio Distante e Giuseppe Spedicato.
 
Domani invece appuntamento presso la villa comunale di Zollino, prima della grande tappa in Piazza Sant’Oronzo a Lecce, in programma venerdì 14 agosto.




Autore: Giulio Serafino

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |