Sei in » Attualità
16/07/2017 | 10:59

Il cambio di circolazione atmosferisca sui bassi strati sta facendo instaurare una forte ventilazione dai quadranti settentrionali. Ciò spiega la presenza di questi venti forti. 'Caronte' concede dunque una piccola tregua.


Cieli leggermente nuvolosi e raffiche di vento nel Salento


Dal Salento. Sembrano quasi un lontano ricordo quelle sudate per strada, tra una commissione e l’altra, acuite dal torrido calore portato da “Caronte”. Adesso, però, l’anticiclone dalle origini nordafricane ha deciso di concedere una pausa in alcune regioni italiane. Qualche nuvola e, soprattutto, un po’ di temperature fresche. Cattiva notizia per i bagnanti intenti a tuffarsi in mare, che dovranno rivedere i loro piani, fronteggiando altresì un “ventaccio” giunto all’improvviso. Non sono comunque previste precipitazioni e da domani dovrebbe riprendere il bel tempo con lievi innalzamenti della colonnina di mercurio. Da Martedì in poi, infine, il ritorno del caldo africano.
 
A seguito di alcuni impulsi perturbati, con conseguente cambio di circolazione atmosferica sui bassi strati, sul paese si instaurerà una forte ventilazione da quadranti settentrionali. Ciò sta interessando dapprima l’Emilia Romagna e, man mano, le regioni del medio versante Adriatico e meridionali. Da ieri pomeriggio, in effetti, forti raffiche hanno interessato Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.
 
 Inoltre, il messaggio d’allerta meteo – pervenutoci in redazione ad opera delle autorità competenti – parla chiaro. Nella giornata odierna, Domenica 16 Luglio, “si prevedono venti forti settentrionali con raffiche di burrasca” e “possibili mareggiate lungo le coste esposte”. La Puglia, ed ovviamente l’intero Salento, non sono certo da escludere dalle zone interessate al fenomeno atmosferico.
 
E dire che qualche giorno fa, il capoluogo salentino rientrò nella classifica delle città più calde.
 
Ricordiamo agli utenti, inoltre, che la situazione meteorologica è sempre consultabile nei quotidiani bollettini di vigilanza pubblicati sul sito internet www.protezionecivile.gov.it.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |