Sei in » Cronaca
17/07/2017 | 19:20

Nel fine settimana tra il 15 e 16 luglio scorso, i Carabinieri della Compagnia di Maglie hanno effettuato dei servizi preventivi e repressivi finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di droga.


La droga rinvenuta a Poggiardo


Dal Salento. 30 uomini e 15 autovetture, questo il contingente utilizzato dai carabinieri della Compagnia di Maglie nell’ultimo fine settimana per dichiarare guerra senza quartiere al consumo ed allo spaccio di droga.  Il risultato è stato l’arresto di 3 persone per detenzione di droga ai fini di spaccio ed alla denuncia in stato di libertà di 7 persone per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti oltre alla segnalazione alla Prefettura di 21 persone quali assuntori di droghe.

Nello specifico i Carabinieri della Stazione di Otranto hanno tratto in arresto un fabbro 44enne di Giurdignano, volto noto alle Forze dell’Ordine, che dopo una perquisizione personale, veicolare e domiciliare è stato trovato in possesso di 210 grammi di marijuana. L’uomo è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

Arresti domiciliari anche per un fruttivendolo di Muro Leccese, ventenne, che è stato trovato in possesso dai Carabinieri di Poggiardo di una modica quantità di cocaina ed è stato sottoposto immediatamente ad una perquisizione domiciliare, al termine della quale sono stati trovati e sequestrati 513 grammi di marijuana, la somma di euro 420 ritenuta provento di precedente attività di spaccio, nonché un bilancino elettronico di precisione. 


Infine a Santa Cesarea Terme, nel parcheggio di una nota discoteca della riviera salentina, un operaio 24enne di Aradeo è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di droga essendo stato trovato in possesso di 22 grammi di hashish, pronta per essere spacciata verosimilmente all’interno della discoteca. Il giovane è stato poi rimesso in libertà ai sensi dell’art. 121 delle norme di attuazione del Codice di Procedura Penale, in attesa del giudizio di convalida.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |